Site Navigator: Nickland Photography Lounge -> Autori - Authors -> Nicolò Caneparo
 Nicolò Caneparo 
L'AUTORE - THE AUTHOR
NICOLÒ CANEPARO
Fotografo d'attimi
Testo di Nicole Preacco.
Traduzione di Nicole Preacco.
 
La biografia:
Nicolò Caneparo, © Nickland.org Nasce a Biella il 10 giugno 1983. Durante i primi anni di vita la passione per il disegno e il colore è abbastanza fondata, e la sua fantasia in disegni, non particolarmente belli, ma sicuramente curiosi e diversi dal solito. L'obiettivo non era tanto il risultato finale, quanto provare cose nuove... Stencil, normografi e compasso... Più avanti i primi tentativi di fotografia. Imitando i genitori, inizia a scattare qualche fotografia con la mitica Minox 35-GT. Non si sa bene come ma diventa per lui comune scattare tutte le fotografie (con qualsiasi angolatura ed inquadratura), in ginocchio. E' una curiosa caratteristica che lo accompagna fino ai 7 anni, età in cui gli verrà regalata, da suo zio, Nino¹, la sua prima macchina fotografica, una Olympus, 35mm, senza zoom, ma sicuramente portatile, da battaglia. Un ottimo regalo visto che in estate, compiuti gli 8 anni in giugno, prende parte ad un campus studio in Inghilterra presso Cirencester, a 150 chilometri circa a ovest di Londra, dove può scattare i suoi primi 3 rullini! Sono le prime fotografie scattate senza alcun consiglio esterno, e sono le prime fotografie che mettono in gioco la fantasia dell'autore. Ottimo modo per fare esperienza. L'interesse rimane anche negli anni successivi, tuttavia la produzione fotografica non aumenta. Nel 1995 gli viene regalata una Nikon F-70 Reflex con un obiettivo 28-80. In questo modo nascono le prime fotografie di un certo livello, tuttavia l'elevata tecnologia della macchina rappresenta forse ancora un ostacolo. Viene però presto sostituita con una Nikon F-90x, nel 1996, e al corredo viene anche aggiunto l'obiettivo tele, Sigma 70-300mm. Nicolò Caneparo, © Nickland.orgEcco che finalmente che con un buon obiettivo può incominciare ad esprimere la sua fantasia. Nel 2000 a 18 anni, in estate, va a Londra e si confronta con una Kodak semplicissima, un modello usa e getta con flash. Infallibile sistema per cercare di ottenere tanto con poco! 36 foto, almeno 30 da scartare ma almeno 6 da mostrare. Si rende conto che la fotografia può veramente essere una forma d'arte e di comunicazione adatta alla sua personalità. Nel 2001, per un viaggio negli Stati Uniti, si dota di una Olympus ?Zoom Wide 80, una reflex compatta con obiettivo 28-80mm. Scatta più di 200 fotografie e si comincia ad intravvedere una certa cura dei particolari. Anche le inquadrature sembrano essere più ricercate. E' comunque un buon modo per rafforzare la passione. Il periodo natalizio 2001 segna una prima svolta. Il mondo del digitale comincia a diffondersi nei negozi (anche se molto limitatamente), e con intento pionieristico, con i risparmi fa sua, rimanendo legato al fidato marchio Olympus, la Camedia C-50.z., l'ammiraglia della casa. L'innovazione del digitale permette di provare, riprovare e migliorare con una spesa contenutissima, questo offre la possibilità a Nicolò' di esercitarsi e liberando per altro molta della sua fantasia. Con una macchina digitale, è vero, si possono impostare programmi manuali, ma chiaramente richiedono tempi di settaggio e di utilizzo molto più dilatati, rispetto a programmi automatici. Nicolò Caneparo, © Nickland.orgEcco quindi che Nicolò preferisce optare per programmi automatici, dedicando tutta la sua attenzione ad inquadrature, punti di vista e luci. E' chiaro che in questo modo affina la sua capacità di far entrare lo spettatore all'interno del contesto fotografico, cercando posizioni innovative, inclinazioni e tagli diversi dal solito. Ad un certo punto il padre acquista una Canon EOS-300.D Digital che utilizza per scattare fotografie dei viaggi estivi, uno stile fotografico più documentativo che qualitativo. Grazie a questo acquisto però, anche Nicolò ha la possibilità di provare e testare questo nuovo tipo di fotografia, avendo a disposizione una vera SLR digitale. In questo modo può fare esperienza con tempi ed esposizioni, bilanciamento dei bianchi, sensibilità e così via. Oltretutto può interfacciarsi con le foto, attraverso il computer, inizia quindi un importante percorso di approfondimento delle tecniche di post-produzione, conoscendo meglio anche gli strumenti software, come Adobe Photoshop 7, 8 CS, e 9 CS2. E' vero non c'è più la poesia della camera oscura, tuttavia anche il rapporto tra fotografia e computer sa dare grandi soddisfazioni. Migliora anche le sue capacità produttive con i software per la costruzione di panorami e di fotografie QTVR, attraverso Panorama Factory (Smoky City Design) e anche con i software di pulizia del rumore digitale, come Noise Ninja 2. Nel frattempo arriva sul mercato la Canon EOS-350.D Digital, che prende presto il posto, nello zaino dell'attrezzatura fotografica, della 300.D. Più definizione, migliore bilanciamento automatico e altre caratteristiche, aiutano ad ottenere fotografie di una certa qualità, ed è possibile sfruttare al meglio il corredo ottico. Dopo diversi sacrifici economici Nicolò, nell'ottobre 2006, acquista la sua prima macchina personale: la Canon EOS-400.D Digital con battery pack BG-E3, e obiettivo EF-s 17-85mm IS USM.
 
Secondo me:
Nicolò Caneparo, © Nickland.org Certamente le sue fotografie sono curate in ogni minimo dettaglio. Le inquadrature sono un grande tocco magico, penso non ci siano punti deboli nelle sue immagini. Ogni scatto è studiato e ristudiato. I migliori punti di vista sono scelti accuratamente. Ogni singola immagine riesce a trasmettere particolari sensazioni ed emozioni, sino a portare l'osservatore stesso dell'immagine sino al momento dello scatto. Da un immagine fissa è possibile tuffarsi nel vero ambiente tridimensionale presente al momento dello scatto. Provare e riprovare e un grande motto per questo grande artista che non si arrende mai. Penso che da ogni singola foto si possa vedere la sua grande passione. E il fotoritocco, beh un vero genio!
 
Contest:
Digital Camera Magazine, DCM, © Sprea Media Italy
Digital Camera Magazine, DCM, © Sprea Media Italy
Digital Camera Magazine, DCM, © Sprea Media Italy
 
Back to top
© Nickland.org. All rights reserved.
LE RISORSE - THE RESOURCES
Link Web:
 
Libri & Pubblicazioni:
Digital Camera Magazine, DCM, © Future Media Italy, Look at my eyes, Nicolò CaneparoDIGITAL CAMERA MAGAZINE: Look at my eyes - Future Media Italy S.p.A.
Agosto 2006 - n. 40 - Rif. p.66 - 2006
Biellaclub.it, Biella a vapore, Treni, Locomotive, Locomotiva, Vapore, Nicolò Caneparo, © Nickland.orgBIELLA CLUB: Biella a Vapore - Biellaclub.it
Documento PDF (dal sito internet) (1'549,14 Kb): Download
Digital Camera Magazine, DCM, © Sprea Media Italy, I piaceri della vita, Nicolò CaneparoDIGITAL CAMERA MAGAZINE: I piaceri della vita - Sprea Media Italy S.p.A.
Maggio 2007 - n. 50 - Rif. p.64 - 2007
Il Biellese, Biellese, Pollone, Burcina, Camper, Area, Sosta, Attrezzata, Camper Service, Nicolò Caneparo, Nicole Preacco, © Nickland.orgPOLLONE: Inaugurata l'area camper - Il Biellese
Documento PDF (dal quotidiano cartaceo) (113,56 Kb): Download
Biellaclub.it, Biellaclub, Biella Club, Burcina, Camper, Area, Sosta, Attrezzata, Camper Service, Nicolò Caneparo, Nicole Preacco, © Nickland.orgPOLLONE: Inaugurata l'area camper - Biellaclub.it
Documento PDF (dal sito internet) (216,96 Kb): Download
MokaWeb.it, MokaWeb, Mokaweb, Moka, Web, Moka Web, Moods, Nicolò Caneparo, Nickland.org, FotografiaMOKAWEB: Moods - MokaWeb By Arkesis S.a.s.
Documento PDF (dal sito internet) (13,83 Mb): Download (LR) / (39,05 Mb): Download (HR)
Biellaclub.it, Biellaclub, Biella Club, Burcina, lipu, biella, vercelli, rapaci, rapace, uccelli, falco, lodolaio, civetta, allocco, gufo, bird, pray, hawk, eagle, nickland, nlv, Nicolò Caneparo, Nicole Preacco, © Nickland.orgLIPU: liberazione rapaci in Burcina - Biellaclub.it
Documento PDF (dal sito internet) (185,56 Kb): Download
 
Back to top
 
Continua sul forum - Continues on the forum
Powered by © - Nickland.org